martedì 22 gennaio 2013

Tre errori da evitare quando ci si trucca e tre consigli utili


Quanto è bello l'eyeliner sulla palpebra. O, ancora più semplice da realizzare, un bel segno grafico di matita nera che mette in evidenza lo sguardo. Eppure in molti casi lo disegnamo in modo sbagliato. E' uno degli errori più comuni che si commettono quando ci si trucca. Lo ha raccontato a Bellezzefelici Fabrizio Paci, responsabile della formazione di Make up for ever, brand del gruppo del lusso Louis Vuitton Moet Hennessy, nato per seguire da vicino i truccatori professionisti e che poi si è allargato anche al grande pubblico.

Fabrizio Paci, responsabile della formazione di Make up for ever


Ecco quali sono, secondo Paci, i tre errori più comuni quando ci trucchiamo e come possiamo risolverli.

1) Eyeliner/matita sulla palpebra disegnati tirando l'occhio con le dita. "In questo modo si cambia la forma dell'occhio e alla fine la linea tende verso il basso in maniera innaturale", spiega Paci. "Bisogna invece imparare a  guardarsi bene allo specchio e iniziare a tracciare la linea a partire dall'esterno senza tendere la pelle". In un secondo momento si potrà tirare la palpebra, ma solo per completare il lavoro avvicinandosi al setto nasale.

2) Sbagliare il tono del fondotinta. "Ancor oggi è molto comune", riprende Paci, "si tende ad eccedere nella tonalità con l'effetto di vedere un collo bianco e un viso colorato. In diversi casi le pelli sono sensibili e il rosso che emerge dal viso non corrisponde al suo sottotono. Quindi ci si inganna facilmente". Come risolvere il problema, quindi? "Basta guardare il colore dell'avambraccio o quello del collo e cercare un fondotinta il più simile possibile", aggiunge Paci. Il fondotinta, poi, va steso col pennello adatto, piatto, per renderlo più uniforme. "Quello che avanza sul pennello, dovrebbe essere sfumato sul collo per rendere il tutto più naturale", racconta il make up artist.

3) Correttore troppo chiaro. Qui il problema nasce dalla differenza troppo evidente fra il tono del fondotinta e quello del correttore. Con lo sgradito effetto di creare discromie sul viso e addirittura ingrigire l'occhiaia. Ecco perche i due prodotti devono essere molto simili di colore. Ricordando poi i principi base di come trattare le occhiaie, rimarca Paci:

quelle blu vengono corrette con l'arancio;
quelle viola col giallo;
quelle marroni con i toni rosati

Le macchie della pelle, marroni, vanno di solito trattate con tinte rosa e lilla. "E non riguardano solo le donne più mature", conclude, "ma anche le persone più giovani che assumono la pillola anticoncezionale e sono soggette a macchie sotto il naso".

7 commenti:

  1. Molto interessenta questo post!

    RispondiElimina
  2. sul punto 1 e sul punto 2 vado bene... per quanto riguarda il punto 3 ho provato molti correttori e molte tonalità (dalle più chiare a quelle più scure) e forse solo ora ho trovato il correttore perfetto per me!!! ciao arianna

    RispondiElimina
  3. Bel post! Condivido tutti i punti.. Ti ho invitata al Liebster Blog Award.. Se ti va di partecipare dai un'occhiata alle regole http://ilmakeupaitempidellacrisi.blogspot.it/2013/01/care-questo-post-e-dedicato-al-liebster.html Baci

    RispondiElimina
  4. Veramente interessante il post! devo ammetere che l'errore al punto 1 l'ho sempre fatto :)

    RispondiElimina
  5. Diciamo la verità? Lo faccio anch'io tutti i giorni perchè temo di non avere la mano abbastanza ferma... Però ritento la versione corretta domani. Leggi il prossimo post, ti consiglio vivamente di provare il massaggio alla Rinascente, è fenomenale :)

    RispondiElimina
  6. L eyeliner lo sbaglio sempre anche io, il più delle volte x la disperazione, nn sono mai contenta del risultato, cmq consigli utilissimi

    RispondiElimina
  7. Ke bello questo post...:) mi riconosco nel punto 1...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...