martedì 18 marzo 2014

Amore per la cucina & ricerca, i valori del ristorante Pascia

Paolo Gatta, molta gavetta in Italia e all'estero in grandi ristoranti

di Patrizia Gallini*

“Amore per la cucina e passione per la ricerca sono gli ingredienti segreti per ogni mio piatto”. E’ questo il credo di Paolo Gatta, chef e proprietario del ristorante Pascia di Invorio, in provincia di Novara. Che deve la sua passione per la cucina, da quando aveva solo 13 anni, allo chef Pierluigi Bacchetta, passione che lo porta a frequentare l’istituto alberghiero E. Maggia di Stresa.

Un particolare dell'interno
Dal 1996 iniziano le sue varie esperienze, prima come apprendista alla Taverna del Pittore (una stella Michelin), quindi al ristorante Arianna, per poi passare in vari locali pluristellati come Al sorriso, al Four Seasons di Milano all’Antica osteria del ponte, da Cracco Peck e al ristorante Pinocchio, con un’esperienza importante in Spagna da Arzak (tre stelle Michelin) a San Sebastian.
Al centro della cucina, i prodotti tipici locali
Arriviamo quindi al febbraio 2009 all’apertura del ristorante Pascia. La sua è una cucina che si fonda su prodotti dai sapori veri quali carni e formaggi locali e verdura e frutta coltivate nel suo orto e scelte con cura. La sua cucina propone piatti originali e innovativi dove il gusto sia pari all’olfatto senza tralasciare le forme e i colori per allietare la vista.

Il ristorante ha una capienza di 30 coperti, è chiuso la domenica sera e tutto il lunedì e ha un prezzo medio 60/80 euro, vino escluso.
Ristorante Pascia: tel. 0322 254008; www.ristorantepascia.it
Risotto allo zafferano con salsiccia e calamaretti
La ricetta
RISOTTO ALLO ZAFFERANO, SALSICCIA DI VITELLO
E CALAMARETTI SPILLO CROCCANTI

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g riso Carnaroli
  • 120 g salsiccia di vitello
  • 120 g calamaretti Spillo
  • 20 g olio extra vergine di oliva
  • 30 g di burro
  • 1 g xantana
  • 1,3 l brodo
  • 2 scalogno
  • 1 g pistilli di zafferano
  • fiori e germogli
  • sale
  • pepe

Procedimento:
In una casseruola riporre dell'olio e una noce di burro e lo scalogno tritato, aggiungere il riso e tostarlo. Una volta tostato, sfumare con vino bianco, lasciare evaporare e portare a termine la cottura mescolando e aggiungendo del brodo.
Al termine della cottura spegnere la fiamma, mantecare il riso con burro, parmigiano, sale e pepe.
Nel frattempo che il riso giunge a cottura, pulire i calamaretti Spillo; mettere sul fuoco una padella e arrostirli per qualche minuto. In una pentola portare ad ebollizione 2 dl di brodo e legare con 1 g di xantana, unire poi zafferano e pistilli e lasciare raffreddare. Comporre riponendo il risotto nel piatto, guarnire con la salsa allo zafferano, fiori e germogli. Cospargere il risotto di calamaretti croccanti e bocconcini di salsiccia di vitello.

*Contributor di Bellezzefelici ed esperta di chef stellati

7 commenti:

  1. Uh che risotto! Non avrei mai abbinato salsiccia e pesce...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Nemmeno io, lo assaggerei subito!

      Elimina
    3. E' stata, a dire il vero, una sorpresa anche per me. Non mi azzardo a mettere in pratica la ricetta, i risultati sarebbero, come dire... deludenti :)

      Elimina
  2. In effetti il piatto si presenta molto bene. Sarebbe un ristorante da provare!

    RispondiElimina
  3. Ma che curriculum ha questo chef!

    RispondiElimina
  4. Bruna Martinoli19 marzo 2014 11:19

    Posso confermare che le alchimie proposte dallo Chef Paolo Gatta, sono assolutamente da "gustare" e solo allora capirete la magia dei suoi piatti ed apprezzerete l'ingrediente speciale.....a voi la piacevole scoperta!!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...