giovedì 31 ottobre 2013

Marco Parizzi, una cucina con i piedi ben piantati per terra

Marco e Cristina Parizzi
di Patrizia Gallini*

Marco e Cristina Parizzi sono i due proprietari del Ristorante Parizzi di Parma, una stella Michelin. Marco segue la cucina assieme ai suoi sei aiutanti, mentre la moglie Cristina cura la sala e la fornitissima cantina. Il locale, elegante e dall’ottima mise en place, era un tempo un cortile con stalle: un cambio di posta. La trasformazione è quasi immaginabile e i tavoli sono raccolti in varie salette per creare un’atmosfera calda e accogliente.
Ho intervistato Marco Parizzi nel suo ristorante stellato e degustato alcuni dei suoi piatti con il gran finale dei dolci a coronamento di un pranzo che ha soddisfatto letteralmente tutti i sensi.
L'interno del ristorante Parizzi di Parma

D. Da quando esiste il suo ristorante?
R. Il nostro è un ristorante di famiglia, è stato aperto dal nonno nel dopoguerra per poi passare l’attività ai miei genitori e attualmente siamo mia moglie ed io a gestirlo.  

D. Come si è sviluppata la sua passione per la cucina?
R. Ho imparato i primi rudimenti dallo chef che, assieme a mio padre, ha preso, già tanti anni fa, la stella Michelin. Quando se ne è andato in pensione non mi sentivo ancora pronto per lavorare da solo e così abbiamo chiamato ad aiutarci uno chef che aveva lavorato all’Enoteca Pinchiorri e da lì è incominciata la nostra nuova linea di cucina.

D. Come definirebbe la sua cucina?
R. Tradizionale, non amo molto le mode, cerco di fare una cucina ben piantata con i piedi per terra, senza scopiazzare di qua e di là. Non rifiuto nessuna nuova tecnica, ma resto sempre al servizio della materia del territorio.

Menù degustazione carne € 65, vini esclusi.
Menù degustazione pesce € 70, vini esclusi.

Legame al territorio e cura dei particolari
LA RICETTA
Sformato di parmigiano con salsa al tartufo nero
per 4 persone

Sformato
4 uova
250 g panna
250 g latte
olio tartufo 1/2 tappo
310 g formaggio grattato sale pepe noce moscata

Per la salsa
1 scalogno
1 tartufo nero
brodo di carne 1 dl

Esecuzione
Mescolare tutti gli ingredienti, riporli in uno stampo, cuocere a bagnomaria per 30 minuti a 180°. Tritare lo scalogno e aggiungere il tartufo nero, il brodo di carne e cuocere per 10 minuti.

*Contributor di Bellezzefelici ed esperta di cucina stellata

4 commenti:

  1. Mi piacerebbe provare questa cucina!

    RispondiElimina
  2. Non amo i piatti troppo sofisticati, questo cuoco fa al caso mio... Beatrice

    RispondiElimina
  3. Great idea to follow each-other but I do not know how to follow your blog. Will you like to follow each other on GFC? xoxo
    New Post Fashion Talks

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...