martedì 5 marzo 2013

Cascate di brillanti anti-crisi...la ricetta di Coco Chanel

Collier in diamanti creato da Gabrielle Chanel nel 1932. Ph. Robert Bresson

La piccola Gabrielle Chanel ammirava le pietre del pavimento dell’orfanotrofio di Aubazine immaginando stelle, lune crescenti e astri. La grande Gabrielle, stilista francese famosa per aver sovvertito alcune rigide regole del vestiario femminile, decise, in piena recessione, di andare di nuovo controcorrente.

A tre anni dal terribile crack di Wall Street che aveva messo in ginocchio l’economia mondiale e l’equilibrio politico in Europa, nel 1932 mademoiselle diede vita al sogno di bambina e disegnò la prima collezione di alta gioielleria mettendo al centro i diamanti a raffigurare lo scintillante firmamento.

“Se ho scelto il diamante
è perché esso rappresenta, con la sua densità,
il valore più grande nel più piccolo dei volumi”.
Gabrielle Chanel

Collana in diamanti a frange, disegnata da Coco Chanel, che la stilista indossava come una tiara. Ph. Robert Bresson
Voilà, la collezione era pronta. Bijoux de Diamants venne presentata nei suoi appartamenti durante una serata sontuosa al 29 di Faubourg Saint-Honoré nel novembre 1932. Fotografo d’eccezione, il giovane Robert Bresson, divenuto poi uno dei migliori registi europei.

Il collier Comete, 823 diamanti, fa parte della nuova collezione, 1932. La pietra centrale pesa 15 carati
Ottant’anni dopo la nascita della prima collezione di alta gioielleria, Chanel Joaillerie ha voluto crearne una ad hoc, 1932, ottanta pezzi inediti per rendere omaggio alla fondatrice in un periodo storico ed economico molto simile a quello del 1932.

Nuit de Diamands, 12 carati di brillanti bianchi e oltre 453 carati di diamanti neri
Ispirandosi a questa collezione-costellazione di diamanti, Jacques Polge, creatore dei Profumi Chanel,  ha dato vita ad un’essenza, 1932 Chanel Paris, che si inserisce in una linea già esistente: Les  Exclusifs de Chanel


1932 Chanel, la nuova fragranza della collezione Les Exclusifs

Molto fresco come primo impatto, questo profumo inizia lentamente a rivelare la croccantezza della pera e un pompelmo piccante. Ma il cuore, che emerge con lentezza, è di gelsomino, elemento femminile e sensuale per natura. Tutto è misurato, anche se intenso. Così come voleva per la sua collezione di gioielli Coco Chanel.

1932 Chanel è in vendita nelle boutique moda e alla Rinascente di Milano. Due i formati: edt da 75 ml (130 euro) ed edt da 200 ml (250 euro).

6 commenti:

  1. Amo chanel n.5 lo trovo un profumo molto di classe, basta uno spruzzo e lasci la scia <3
    http://sabrinavinciguerrablogdimoda.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è decisamente all'altezza del mitico n° 5. Intenso e misurato, si può usare anche di notte, come augurio di sogni felici :)

      Elimina
  2. Il prezzo è decisamente poco anticrisi, però i profumi Chanel sono buonissimi, questo lo sarà sicuramente, ma mi sa che nn posso neppure sognarlo :-( per il resto il tuo post è davvero ben scritto :-)

    RispondiElimina
  3. Quando ero una ragazzina sognavo Chanel, entravo nelle profumerie per sentire tutte le fragranze ma alla fine la mia preferita era la n°5. E ogni volta mi dicevo: un giorno la potrò comprare, lavorando. Così è stato, al duty free della Malpensa, anni fa. Quanto ai gioielli, sono da gustare con gli occhi, connubio ideale di bellezza naturale, le pietre. e abili artigiani. Grazie del commento :)

    RispondiElimina
  4. Ciao :) hai un blog davvero interessante, mi piace soprattutto questa sezione dedicata al lifestyle! Ti seguo con molto piacere :)

    RispondiElimina
  5. waw, i love "nuit de diamants", it is a very beautiful jewelry!

    Kiss and good night from Nantes;)

    http://www.lapenderiedefanny.blogspot.com

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...