martedì 26 marzo 2013

Esistono davvero creme senza conservanti?

Defence Elixage satin di BioNike

Conservanti: utili da un lato per proteggere le creme dalla pericolosa contaminazione di batteri e funghi, dannosi dall’altro perché possono indurre a reazioni allergiche. E’ possibile eliminarli totalmente dai prodotti per la pelle? Bellezzefelici lo ha chiesto a Reginetta Trenti, chimico, Consulente marketing scientifico di BioNike, brand italiano specializzato nei prodotti beauty per pelli sensibili e delicate, venduto non a caso attraverso il canale farmaceutico.

D.  Che cosa impone la normativa europea? Le etichette devono per legge riportare la presenza di conservanti anche se fossero in quantità ridotta?
R.  Le creme contenenti acqua possono essere soggette a contaminazione da parte di microrganismi, ecco perché si utilizzano i conservanti: per impedire che batteri e funghi possano alterare il prodotto.  L’Europa,  attraverso il Regolamento cosmetico Ce n. 1223/2009, elenca gli ingredienti vietati, quelli da usare solo in certe percentuali e non oltre, e quelli sicuri per l’impiego sulla pelle. I conservanti approvati per l’uso cosmetico sono inclusi in un elenco, l’Allegato V della normativa,  dove sono indicate le percentuali massime consentite ed eventuali restrizioni. Tutti gli ingredienti devono essere obbligatoriamente riportati in etichetta.

D. Defence Elixage di BioNike è un’intera linea priva di conservanti: com’è possibile?
R.  In realtà, oltre a Defence, anche Proxera e Triderm sono state realizzate senza conservanti. Questi prodotti si avvalgono di strategie e sostanze speciali che sostituiscono l’azione dei tradizionali agenti conservanti e che garantiscono comunque la protezione contro i microrganismi. L’efficacia di questo sistema di protezione viene verificato con gli stessi test cui sono sottoposte le formulazioni contenenti conservanti. Tuttavia bisogna osservare alcune regole basilari quando si apre una crema: richiudere accuratamente le confezioni dopo l'impiego; tenere il prodotto al riparo della luce diretta e da fonti di calore; evitare di  riporlo in ambienti molto umidi.

D. Come si fa a verificare, dagli ingredienti di una crema, se è davvero priva di conservanti? Ci sono elementi che, in base a test clinici, danno più reazioni allergiche di altri? Quali sono?
R. A meno di essere addetti ai lavori o soggetti allergici a una sostanza, è difficile identificare i conservanti, perché l’elenco prevede una nomenclatura particolare (Inci= International nomenclature of cosmetic ingredients) di tipo chimico, di non facile lettura e interpretazione. Tuttavia,  in base alle ricerche epidemiologiche e agli studi specifici sulle dermatiti allergiche da contatto correlate ai cosmetici, risulta che alcuni ingredienti cosmetici in misura superiore ad altri possono determinare reazioni allergiche. Per esempio il quaternium-15  e il methylchloroisothiazolinone/methylsiothiazolinone, liberatori di formaldeide (diazolidinyl urea). 
Defence Elixage contour per occhi e labbra

BioNike ha appena immesso sul mercato la linea Defence Elixage, priva di  conservanti, che mira a combattere aridità, colorito spento, perdita di elasticità e rughe di espressione. Le creme sono prive di profumazione e hanno una texture delicata che si assorbe subito, come Elixage contour, che si usa per nutrire il contorno occhi e, fatto molto utile dai 40 anni in poi, anche le labbra. Elixage satin, invece, va usata sul viso, collo e décolleté due volte al giorno per garantire un effetto evidente. Elixage intense è una maschera molto nutriente che andrebbe usata anche solo per dieci minuti. Il consiglio è di lasciarla agire tutta la notte (è trasparente e densa, ma non oleosa, può essere tenuta a letto). Il giorno dopo si toglie la parte eccedente con una velina umida e la pelle risulta idratata in profondità e più tonica.

Elixage contour, vaso da 15 ml, costa 44,5 euro; Elixage satin, 50 ml, 87,5 euro; Elixage intense, 50 ml, 39,5 euro. In farmacia.



4 commenti:

  1. Ma una volta aperte quanto durano? Di solito i prodotti cosmetici hanno una durata di 6 mesi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Durano sei mesi, se usate correttamente, come le altre creme. Con un po' di attenzione nella cura del prodotto, anche un anno.

      Elimina
  2. Molto meglio con i conservanti... altrimenti non metto niente! In negozio ci avevano fatto controllare un lotto di creme trall'altro appena arrivate e ci ho trovato di tutto... muffa verde, creme ingiallite... quelle che non presentavano niente di evidente ce le facevano lasciare in vendita. Ma che schifo! Io voglio essere sicura di quello che metto in faccia! E poi se non hanno conservanti si deve stare molto attente, niente dita dentro al barattolo, richiuderlo perfettamente ecc.. altrimenti durano meno del previsto! Ma chi se ne frega.. tanto si mangia e si respira di peggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi è allergico ai conservanti può usare solo creme per pelli sensibili. Le dermatiti da contatto sono molto fastidiose e lunghe da trattare, spesso bisogna ricorrere al cortisone. Le aziende serie sanno togliere acqua e conservanti per sostituirli con elementi che in ogni caso fungono da protezione del prodotto. C'è chi invece questo lavoro non lo sa fare e gli effetti, purtroppo, si vedono, come scrivi tu. Spero, Jenni, che non lavori in farmacia... :)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...